Primo step: coppetta mestruale

L’unica parola che meglio si abbina alla coppetta è rivoluzione. Cambia davvero la vita in quei giorni cosi fastidiosi. Le parole che mi vengono in mente se penso alla sensazione che ti lascia una volta “indossata” è pulizia e libertà. Scompare del tutto la sensazione fastidiosa che si ha indossando un assorbente. Dura a lungo e non devi andare ogni due ore a cambiarti. Non si sente per nulla la sua presenza.
La consiglio a tutti, infatti, rimpiango di non essermi decisa prima.
Vi parlo come se foste mie amiche da sempre: provatela, costa poco, il prezzo lo ammortizzate in qualche mese e poi sono sicura che una volta presa dimestichezza non possa non piacervi.
Io ho tentennato per due anni fino a quando, lo scorso, ho deciso di collegarmi sul sito di fleurcup (una marca di coppette mestruali http://www.fleurcup.com/it) e ordinare la mia prima coppetta.
Niente di più facile. Cinque minuti, cinque di orologio.
Ho optato per la fleurcup perchè ho letto da qualche parte che è quella che più si addice come prima coppetta. In realtà ne esistono tante, quindi fate la scelta che più vi convince.
Perché cambia la vita?????
Dopo i primi disagi nel non sapere come usarla alla fine mi ha conquistata completamente. Per me lo step più difficile è stato imparare a prendere confidenza con l’inserimento e la rimozione. E’ facile da inserire e togliere, ci ho messo un attimo; quello che mi ha rubato più tempo è farlo diventare una abitudine.
Come accorgersi quando è piena?
Ci vuole un po’ di tempo, nel senso che non c’è un segnale che vi dice che è arrivato il momento di svuotarla. Io ormai so che il primo e il secondo giorno la devo svuotare due volte, gli altri giorni una. E’ una cosa che capirete imparando a conoscere la quantità del vostro flusso. Comunque in generale è difficilissimo che si riempia al massimo.
Fatemi sapere cosa ne pensate!
A presto.

Tagged: , ,

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: